Scriviamo

Libreriamo

Un luogo libero dove mettere alla prova il proprio talento di scrittore attraverso la pubblicazione di storie brevi. Un’opportunità per gli appassionati scrittori di mettersi alla prova e dare visibilità dei propri lavori a lettori e case editrici. Clicca qui per partecipare attivamente con i tuoi racconti brevi e condividerli con gli altri.

Nata sotto il segno dei pesci - di Anna Chiara Morciano

Nata sotto il segno dei pesci – di Anna Chiara Morciano

Era bella. Dio, quanto era bella. Mi ritrovai a pensare che nessuna foto che avevo in casa o nessun ricordo che conservavo di lei le rendesse giustizia. Era la mia Elena di sempre, ma ancora più radiosa. Quel lungo sonno le aveva fatto bene, pensai. Che orribile pensiero, adesso che ci rifletto. In ogni modo, avevo il cervello totalmente annebbiato…. Leggi tutto

Grata Aura - di Marcella Nardi

Grata Aura – di Marcella Nardi

Liberamente ispirato alla storia dei due amanti di Gradara. PROLOGO Milano, Anno Domini 1330 Come ogni giorno, rivolgo lo sguardo al tramonto. La sua luce, intensa e calda, è ormai l’unica amica e l’unica dolcezza di una lunga vita che sento volgere al declino. In nome della Giustizia, troppo a lungo celata, voglio raccontare i veri eventi che sconvolsero Gradara… Leggi tutto

Coincidenze - di Vittoria Scagliusi

Coincidenze – di Vittoria Scagliusi

Lui si chiama Guido, il flâneur. Come un personaggio di un’opera francese decadente, vaga per le strade del paese con una sedia sulle spalle su cui campeggiano citazioni di Neruda. Tutti lo conoscono e sanno che possono trovarlo seduto sul ponte lama Monachile, che separa le due anime del paese, nelle rare giornate in cui non soffia il maestrale. Sceglie… Leggi tutto

Pioggia di Vetro - di Elisa Gaggiolo

Pioggia di Vetro – di Elisa Gaggiolo

Corri..corri…corri… I passi rapidi e decisi incedevano sull’erba bagnata mentre il respiro si faceva affannoso formando inquiete nuvole di fumo nell’aria gelida della notte. Gli alberi alti bucavano il manto celeste lasciando intravedere qualche timida stella mentre i raggi freddi della luna a malapena illuminavano il terreno. Non ci prenderà..non ci prenderà… La sua mano strinse con fare ancora più… Leggi tutto

Papà e il mio futuro - di Simone Leonetti

Papà e il mio futuro – di Simone Leonetti

Lì su quel ciglio roccioso, stavano Eddy e suo padre Paolo. Fissavano il vuoto del cielo con sotto i campi verdi e le case di campagna, che buttavano dai loro camini fumi di combustione di un legno dato alla cenere per riscaldare le proprie case. L’inverno stava per arrivare. «Papà…» disse il piccolo Eddy. «Dove vanno tutti gli uccelli che… Leggi tutto

Un pezzo di Luna per André - di Grazia Ragone

Un pezzo di Luna per André – di Grazia Ragone

A casa di André, la Luna era un cucchiaino di crema, un ricciolo di panna o un confetto alla mandorla e il cielo che la circondava, era denso cioccolato nero, che colava quando pioveva; le stelle, granelli di zucchero e frammenti di noccioline. Quando la notte arrivava, André faceva colazione: sceglieva un libro-biscotto da inzuppare nel cielo-cioccolato. Ogni pagina, un… Leggi tutto

Quella mano tesa - di Emanuele Bruschi

Quella mano tesa – di Emanuele Bruschi

Non avevo bisogno di altro se non del tuo abbraccio. Avrei fatto qualsiasi cosa pur di sentire il calore del tuo corpo che cozzava e si sposava con il mio. Eri lì, a pochi centimetri da me, le parole scorrevano libere, i cuori battevano ognuno con il proprio ritmo, come se fossero stati risvegliati dal freddo letargo di una vita… Leggi tutto

Meravigliarsi di tutto - di Chloé Mason

Meravigliarsi di tutto – di Chloé Mason

Albert Einstein ha detto: « Chi non riesce più a provare stupore e meraviglia è già come morto e i suoi occhi sono incapaci di vedere » I bambini hanno la capacità innata di meravigliarsi di tutto. Perché per noi adulti è diventato così difficile farlo? Ogni tanto sembra che siamo ciechi di fronte a tutte le piccole cose della… Leggi tutto

Attenti al cappone - di Marcella Nardi

Attenti al cappone – di Marcella Nardi

Lampi, tuoni e pioggia non davano tregua all’antico e ricco borgo, un tempo chiamato Vicus Mercati. Una carrozza attraversò il Ponte di San Rocco e si diresse verso palazzo Borella. Quando si fermò dinanzi all’ingresso, Galdino uscì da sotto l’androne per aiutare una giovane donna, pronta a scendere. Le porse la mano e, per qualche istante, non riuscì a proferir… Leggi tutto

L'ultimo incantesimo (una Fiaba) - di Stefano Testa

L’ultimo incantesimo (una Fiaba) – di Stefano Testa

Ai tempi in cui la nostra valle, aspra e diffidente, era ancora popolata dalla stirpe degli uomini scuri, bassi e tarchiati che, vestiti di tele di sacco, scendevano lungo i sentieri sassosi dei castagneti curvi sotto il peso delle fascine, sul crinale della Serra, in un casolare di pietra grigia eternamente battuto dai venti molesti discendenti dal Monte Cavallo, viveva… Leggi tutto

Page 26 of 28
1 24 25 26 27 28
Utenti online